Brexit e rappresentante fiscale in UE - 29.12.20


Con il 31/12/2020 termina il periodo transitorio della Brexit. A tal fine, si rende utile la nomina di un rappresentante fiscale per il soggetto passivo UK in un qualsiasi Stato membro dell’UE.

Tale soluzione consente al soggetto passivo UK di realizzare una cessione intracomunitaria nei confronti del cessionario soggetto passivo UE di beni importati da UK o da altri paesi extra UE.

Tale procedura evita, inoltre, al cliente britannico che acquista ad esempio beni in Italia per ivi cederli a soggetti passivi di imposta nel territorio dello Stato di essere in una posizione costantemente a credito di IVA.

La nomina del rappresentante fiscale deve avvenire preventivamente all’effettuazione di operazioni di acquisto e cessioni di beni rilevanti nel territorio UE.



Elenco informative >