Scadenze fiscali Maggio - 06.05.20


Emergenza Corona Virus provvedimenti di proroga e sospensione
 
In base al DL 18/2020  e DL 23/2020 sono state previste una serie di sospensioni e proroghe per far fronte all’emergenza Covid19 che hanno interferito sulle scadenze fiscali del mese di maggio 2020. 
Riportiamo di seguito le principali disposizioni in vigore per il mese di maggio 2020.

Sospensione dei versamenti

In base all’art. 18 del DL 23/2020, per i contribuenti che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa in Italia, per i mesi di aprile e di maggio 2020, i termini:

dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi Inail;
 
dei versamenti IVA;
 
e dei versamenti in autoliquidazione relativi alle ritenute alla fonte e alle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale (di cui agli artt. 23 e 24, DPR n. 600/73 per lavoro dipendente o assimilato), operate in qualità di sostituti d’imposta;
 
sono sospesi alle seguenti condizioni nei seguenti casi:
 
i contribuenti esercenti attività d’impresa, arte o professione, con ricavi o compensi non superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta 2019, devono aver subito una diminuzione dei ricavi o dei compensi di almeno il 33% nel mese di  aprile 2020, rispetto allo stesso mese del 2019;
 
i contribuenti con ricavi o compensi superiori a 50 milioni di euro nel periodo di imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto-legge, devono aver subito una diminuzione dei ricavi o dei compensi di almeno il 50%  nel mese di  aprile 2020, rispetto allo stesso mese del 2019;

soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, hanno intrapreso l’attività di impresa, di arte o professione dal 1° aprile 2019.

Data versamento
 
Il versamento dovrà essere effettuato in un’unica soluzione entro il 30 giugno 2020 o mediante rateizzazione fino a un massimo di 5 rate mensili di pari importo a decorrere dal 30.06.2020.
 
Sospensione degli adempimenti fiscali
 
In base all’articolo 62 del Decreto Cura Italia (DL 18/2020), per i soggetti che hanno il domicilio fiscale, la sede legale o la sede operativa nel territorio dello Stato sono sospesi gli adempimenti tributari diversi dai versamenti e diversi dall’effettuazione delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative all’addizionale regionale e comunale, che scadono nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 31 maggio 2020.
 
Bilancio d’esercizio
 
In base alla articolo 106 del Decreto Cura Italia, il termine per l’approvazione dei bilanci relativi all’esercizio chiuso al 31/12/2019 slitta al 28 giugno 2020 (180 giorni dopo la fine dell’esercizio).
 
Scadenze fiscali di Maggio 2020
 
18 MAGGIO
 
IVA – SOGGETTI TRIMESTRALI – 1° TRIMESTRE
Versamento dell’IVA a debito del 1° trimestre 2020.
 
IVA – LIQUIDAZIONE PERIODICA – SOGGETTI MENSILI
Versamento dell’IVA mese aprile 2020.
 
INPS – CONTRIBUTI ARTIGIANI E COMMERCIANTI
Pagamento della prima rata (fissa), – relativa al trimestre gennaio, febbraio e marzo – calcolata sul reddito minimale.
 
RITENUTE ALLA FONTE
Versamento delle ritenute alla fonte operate nel corso del mese precedente.
 
INPS – CONTRIBUTI PERSONALE DIPENDENTE – GESTIONE SEPARATA
Pagamento dei contributi dovuti sulle retribuzioni dei lavoratori dipendenti /collaboratori di   aprile 2020.
 
INAIL
Scadenza seconda rata dell’autoliquidazione 2019/2020.
 
20 MAGGIO

ENASARCO
Scade il termine per il versamento dei contributi del 1′ trimestre.
 
25 MAGGIO

INTRASTAT – mensili
Presentazione in modalità telematica degli elenchi riepilogativi mensili delle cessioni e degli acquisti intracomunitari di beni e servizi relativi al mese precedente.
 
31 MAGGIO

Scadenza effettiva lunedì 1 Giugno
RINNOVO CONTRATTI DI LOCAZIONE – IMPOSTA DI REGISTRO
Per i contratti non soggetti a “cedolare secca”, scade il termine per il versamento dell’imposta di registro – pari al 2% del canone annuo – relativa ai contratti di locazione decorrenti dal giorno 1 del mese.
 



Elenco informative >